Notizie e comunicati

#Blue Team Italia   domenica 4 agosto 2019
L'Italia, Finalmente!


C’era voglia di riscatto, in campo e fuori. Gli spalti del “mitico” Lunetta Gamberini (CS Bernardi) si sono riempiti subito, malgrado l’insolito orario di svolgimento della finale per il settimo e ottavo posto del Campionato Europeo U19. Alle 9.00 in punto, il kick off, quando il sole non è ancora alto nel cielo e la temperatura è più che accettabile, rispetto ai giorni scorsi.

Dopo la delusione della sconfitta contro la Spagna, la Federazione ha fatto quadrato attorno ai propri ragazzi, spronandoli a rientrare in campo a testa alta, perché vestire la maglia azzurra deve restare un’esperienza indimenticabile, anche se i risultati non sono quelli sognati. L’Italia vista in campo contro la Norvegia (avversario non irresistibile, per dire la verità) è stata finalmente bella e convincente, con un attacco efficace sia nel gioco aereo che in quello di corsa, ottimamente guidato da Davide Rossi per tutta la partita. 

A segno per gli azzurri, nel primo quarto, Andrea Allegretti con una breve corsa, cui fa seguito 20 minuti dopo quella dello stesso Rossi. Poco prima dell’intervallo di metà partita, Rossi manda in TD Andrea Costanzi e la tribuna esplode di gioia. 20 a 0 Italia.

Nella ripresa la Norvegia accorcia le distanze con una corsa di André Busch ma l’Italia risponde con Tommaso Tenconi e si torna a tre lunghezze di vantaggio: 27-7. Ma questo terzo quarto è un continuo crescendo di emozioni: la Norvegia non ci sta e con un’altra bellissima corsa di Busch varca nuovamente l’endzone azzurra. La difesa azzurra “mura” il calcio di trasformazione: 28-13.

E’ ancora l’Italia, e ancora Rossi con un’azione personale ad andare a segno nell’ultima frazione di gioco. Jacopo Salsa calcia tra i pali un field goal da 26 yard quando mancano meno di 5 minuti alla fine della partita: 37-13. Prima del fischio finale, Norvegia ancora in touchdown su passaggio con Myhrer, ma non c’è più tempo e l’Italia vince la prima e ultima partita di questo Europeo, classificandosi al settimo posto.

MVP per l’attacco, il QB italiano Davide Rossi. Per la difesa, il norvegese Saetereng.




Fidaf Ifaf Coni